fbpx
  CONTATTACI ·   06.98937113 · 333-8117600
  CONTATTACI ·   06.98937113 · 333-8117600

LE PAROLE DEL GESTALT COUNSELING sono un percorso che ci accompagnerà, una volta a settimana, attraverso le parole, i loro mille significati e le loro infinite sfumature.

LE PAROLE DEL GESTALT COUNSELING per ricordare, insieme, la magia dei significati e lo stupore della narrazione.

Le parole del Gestalt Counseling, colore, counseling, Scuola di Gestalt Counseling

La parola di questa settimana è: COLORE.

COLORE viene dal latino “color-oris”; indica sia la sensazione fisiologica che si prova sotto l’effetto di luci di diversa qualità e composizione, sia la luce stessa, monocromatica o policromatica.
Nel linguaggio comune, parlando di un colore, ci si riferisce alla sensazione visiva che si ha osservando quell’oggetto alla luce naturale, ma non dimentichiamo che COLORE equivale anche ad ASPETTO o APPARENZA “il suo racconto aveva il colore dell’autenticità” e, per estensione, è sinonimo di VIVACITÀ o BRIO, raccontare qualcosa in forma ESPRESSIVA e ATTRAENTE “una storia piena di colore ed atmosfera”.

Umberto Eco nel suo libro “Dire quasi la stessa cosa” (una raccolta di interventi sul problema delle traduzioni da una lingua all’altra) parla anche dei COLORI e di come sia difficile tradurli da una lingua all’altra ma quanta magia e quanto stupore nel RACCONTO dei COLORI.

BIANCO deriva dal germanico blanc, significa splendente, scintillante, e veniva utilizzato spesso in riferimento alle armi; FUCSIA prende il nome dall’omonimo fiore, la Fuchsia, che a sua volta è stato così battezzato in onore del botanico Leonhart Fuchs, autore di un famoso erbario illustrato; ARANCIO deriva dal sanscrito naranga-s (l’albero dell’arancio); il MAGENTA venne creato nel 1859 da François-Emmanuel Verguin ossidando l’anilina e fu battezzato in tal modo in onore della battaglia di Magenta (dove venne sparsa abbondanza di sangue tra franco-piemontesi e austriaci); NERO dal latino nigrum, ‘nero’, ‘scuro’; AZZURRO dal persiano lajvard, lingua in cui indicava il colore del lapislazzuli e dello zaffiro; INDACO dal latino indicum, a sua volta dal greco indikón, letteralmente “proveniente dall’India”, “indiano” (era un colorante ricavato dalle foglie delle piante del genere dell’oleandro, native di quella regione del mondo); ROSSO da reudh- e da essa deriva il latino ruber, rufus.

I COLORI del Gestalt Counseling sono infiniti, densi e sfumati, soggettivi ed oggettivi, personali e condivisi, ad indicare come il linguaggio non è univoco e la verità non sia una sola; ad insegnarci che la nostra anima si arricchisce solo con uno sguardo – senza il quale non potremmo vedere la bellezza dei colori – curioso e attento, mai giudicante, mai a senso unico.

Colore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

UA-35925807-2